1 Agosto: Un’ombra di bianco appena alzati

Una tradizione popolare veneta suggerisce il 1° agosto di bere un bicchiere di vino bianco appena alzati, a digiuno, perché secondo i nostri nonni aiuta a proteggersi dal morso di serpenti e dalla “febbre d’estate”.

C’è anche una leggenda secondo cui la regina d’Ungheria lungo il viaggio da Venezia a Padova si ammalò di febbre malarica quando attraversò le campagne alle porte di Treviso, all’epoca paludi e terre non ancora bonificate. Nonostante le cure di alcune monache, la febbre continuò a salire facendo temere per la sua vita.
La mattina dell’1 agosto di una data incerta, quando ormai ogni speranza era ormai perduta, la badessa del convento decise di rischiare il tutto per tutto e spillò in cantina una caraffa di mosto di vino bianco fermentato, che fece bere fino all’ultima goccia alla Regina ormai in punto di morte. Tant’è, la febbre sparì, e da allora resta la leggenda di bere un “goto” di bianco (senza esagerare) per proteggere la propria salute e scacciare i malanni, il 1° agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.