26 agosto 1926: inaugurazione del Monumento ai Caduti

Umberto di Savoia durante l'inaugurazione del monumento
Umberto di Savoia durante l’inaugurazione del monumento

Il Monumento ai Caduti di Chioggia, che si trova di fronte alla Basilica di San Giacomo, venne solennemente inaugurato il 26 agosto 1926, alla presenza di Sua Altezza Reale, il Principe di Piemonte, Umberto di Savoia, ufficiale inferiore dei Granatieri.

Egli giunse a Chioggia, via laguna, da Venezia e sbarcò in piazzetta Vigo accolto dalle autorità locali civili e religiose. Nella stessa giornata, oltre ai Monumento ai caduti, inaugurò la lapide apposta sulla casa natale della M.O. Mario Merlin, capitano dell’84° Reggimento Fanteria “Venezia”, caduto a Bainsizza. Come si diceva presenziarono alla cerimonia le più importanti autorità civili, militari e religiose. Tra queste ricordiamo il vescovo Mezzadri, il conte Giuseppe Volpi di Misurata, il commissario prefettizio del comune cav. Ungania e altri, mentre al prof. Attilio Scarpa, noto studioso clodiense, fu affidato il compito di intrattenere gli ospiti in qualità di oratore. Ne seguì un ricevimento nella sala maggiore del municipio dove le scolaresche accolsero l’illustre ospite al canto di “Viva il Re”, della marcia nazionale e degli inni di garibaldi e di Mameli, oltre alla commovente “Leggenda del Piave”.

L’idea del monumento trovò la sua concretezza il 25 maggio del 1924 quando un comitato esecutivo, presieduto dall’ing. Antonio Nordio, provvide a far murare nelle fondamenta dello stesso, chiusa in un astuccio di piombo, una pergamena contenente le firme di tutti i membri del comitato, in occasione della posa della prima pietra.

Il bozzetto era opera del grand’uff. Domenico Trentacoste, autore di numerose opere sparse in tutta Italia ed anche all’estero. Il monumento è formato da un poliedro di granito che forma la base, sul quale si erge un gruppo di bronzo, alto 3,85 metri che raffigura la vittoria alata che sostiene un caduto. Sul basamento fu completata e quindi in seguito aggiornata la dedica: Chioggia ai suoi figli caduti per la Patria 1915-1945

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.