27 marzo 1949: ultima partita in nazionale di Aldo Ballarin

Aldo Ballarin (ultimo a destra) in Nazionale con Mazzola e Loik
Aldo Ballarin (ultimo a destra) in Nazionale con Mazzola e Loik

Il 27 marzo del 1949 la Nazionale Italiana gioca a Madrid in amichevole contro la Spagna, ottenendo una prestigiosa vittoria per 3 a 1, la prima in terra iberica, con reti di Lorenzo, Carapellese e Amadei, di fronte agli 80.000 spettatori dello stadio Chamartin.

E’ questa l’ultima partita degli Azzurri prima della tragedia di Superga e quindi è anche l’ultima apparizione in Nazionale di Aldo Ballarin, formidabile terzino destro chioggiotto, uno dei punti di forza del Grande Torino.

La storia azzurra di Aldo Ballarin non è purtroppo lunghissima. Sono nove infatti gli incontri, tutti amichevoli, disputati dal nostro calciatore che esordì, subito dopo la fine della guerra, l’11 novembre del 1945 a Zurigo contro la Svizzera che si chiuse con un roboante pareggio per 4-4 e nella quale il commissario tecnico, Vittorio Pozzo, come del resto per le altre gare, si affida quasi interamente ai giocatori del Torino.

Sono nove, dunque, come detto sopra le partite disputate da Aldo Ballarin in azzurro con un bilancio di 6 vittorie, 2 sconfitte ed un pareggio e questo è l’elenco completo delle gare giocate:

11.11.1945, Zurigo, Svizzera-Italia 4-4

27.04.1947, Firenze, Italia-Svizzera 5-2

11.05.1947, Torino, Italia-Ungheria 3-2

09.11.1947, Vienna, Austria-Italia 5-1

14.12.1947, Bari, Italia-Cecoslovacchia 3-1

04.04.1948, Parigi, Francia-Italia 1-3

16.05.1948, Torino, Italia-Inghilterra 0-4

27.02.1949, Genova, Italia-Portogallo 4-1

27.03.1949, Madrid, Spagna-Italia 1-3

Aldo ballarin rimane, per il momento, l’unico chioggiotto ad aver indossato la maglia della Nazionale maggiore e la sua carriera fu stroncata drammaticamente il 4 maggio del 1949 nell’incidente aereo di Superga, nel quale perì assieme a tutti i compagni di squadra del Torino: ad un anno esatto dai Mondiali del Brasile.

One thought on “27 marzo 1949: ultima partita in nazionale di Aldo Ballarin

  • Marzo 27, 2016 at 6:51 pm
    Permalink

    Avevo quasi undici anni e…
    “Sentivo da casa di mia nonna uno scalpiccio ininterrotto di passi e nessuna voce, o altro, venire da Calle San Giacomo. Mi affrettai fuori, incuriosito, e mi trovai, quella mattina, immerso in una marea silenziosa di uomini e donne diretta a Sottomarina, un muro impenetrabile che occupava carreggiata e marciapiedi e m’impediva ogni vista. Accompagnavano le spoglie dei fratelli Aldo e Dino Ballarin, caduti a Superga con il grande Torino la sera del…”.
    Comincia così il racconto di quel tragico evento nel mio libro “Il ladro di pignatte (c’era una volta, a Chioggia)”.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *