28 ottobre 1930: Inaugurato il Ponte della Concordia

Chioggia e Sottomarina negli anni ’20 erano collegate tra di loro attraverso una passerella di legno pedonabile. L’esigenza di avere un collegamento per le auto, che cominciavano a diventare sempre più numerose, indusse il regime fascista a pensare ad un’opera in muratura carrabile.

Così nel 1928 l’ing. Ubaldo Forti di Ferrara presentò un progetto che fu poi affidato alla ditta Perale-Jonia di Venezia. Il contratto di appalto venne firmato il 2 febbraio 1929 ed i lavori iniziarono sotto la direzione degli ingegneri Iginio Gallimberti e Achielle Schiavuta. I lavori furono rapidissimi e, dopo alcune lievi modifiche, vennero portati a termine nel tempo record di un solo anno.

L’opera, che venne inaugurata il 28 ottobre del 1930, andò così a sostituire la vetusta passerella di legno e collegava direttamente Sottomarina con il centro di Chioggia. Fu denominata in modo emblematico “Ponte della Concordia o della Pace” ed aveva lo scopo, oltre che commerciale e pratico, di avvicinare le popolazioni di Chioggia e Sottomarina. Inizialmente fu fatto pagare un pedaggio che poi venne abolito.

(Nella foto: il ponte dell’isola dell’Unione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.