A Padova poliziotto salva la vita a un aspirante suicida

Un poliziotto della Questura di Padova è riuscito a salvare un uomo, trentanovenne tunisino padre di tre bambini, dal tentativo di suicidio, disperato a causa di problemi economici. Oggi, 22 Luglio, un conoscente dell’uomo aveva contattato la linea del pronto intervento 113 segnalando il caso. Il poliziotto è riuscito a mettersi in contatto con l’uomo e appreso che era in procinto di gettarsi nelle acque del fiume dal lungargine Brusegana, l’agente lo ha trattenuto al telefono fino all’arrivo dei soccorsi.

Da questo agente di Polizia arriva uno straordinario esempio di umanità e professionalità. Bravo, e grazie per aver mandato un messaggio forte: i nostri uomini e donne in divisa sanno combattere benissimo la criminalità ma, quando è necessario, sanno usare cuore, comprensione, ascolto. Sembra un film a lieto fine e invece, per fortuna è semplice verità”.
Con queste parole, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commenta “l’impresa” di un poliziotto padovano che è riuscito, con le parole e la vicinanza umana, a salvare la vita a un giovane padre che, disperato per i debiti, voleva suicidarsi gettandosi nel fiume.
Gesti come questi” conclude Zaia “hanno un valore immenso e, se sarà possibile, propongo questo agente per una decorazione. Salvare una vita non è meno importante che bloccare un pericoloso criminale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *