Alì Family Run, oltre mille partecipanti nonostante la bora

La forte bora non ha fermato l’esercito di runners che hanno partecipato alla terza edizione della Alì Family Run, corsa non competitiva a corollario della Venicemarathon che si svolgerà il prossimo 24 ottobre. Oltre mille partecipanti, tra ragazzi e famiglie che si sono cimentati nel giro del Lusenzo, sulla lunghezza di quattro chilometri, che si sono dati appuntamento all’Isola dell’Unione da dove è partita la corsa.

Alla partenza anche il neo sindaco Mauro Armelao, ma anche l’assessora allo sport uscente Isabella Penzo con tanto di prole in carrozzina. Start con qualche minuto di ritardo, a causa del traffico, poi il serpentone dei corridori si è snodato verso Chioggia per poi montare sulla passeggiata del Lusenzo a Borgo San Giovanni, quindi ritornare da Sottomarina verso il traguardo all’interno del campo sportivo dell’Isola dell’Unione.

Arrivo a braccetto, mano nella mano, per Alessandro Civiero e Luca Polello, primi ex aequo al traguardo per dare un segnale forte di un evento all’insegno del divertimento, dell’amicizia e della sportività. Terzo posto per Paolo Ferraris. Tra le ragazze primo posto per Gaia Oselladore, seguita da Zoja Veronese e Diletta Natalicchio. Premiato il “Veronese-Marconi” quale istituto con il maggior numero di partecipanti, seguito dall’istituto comprensivo “Chioggia 2”, quindi altro riconoscimento per “Chioggia 5” che invece aveva in gara il maggior numero di genitori.

RIPARTENZA. “Per noi era importante ripartire dopo lo stop dello scorso anno a causa del covid”. Lo ha detto il presidente della Venicemarathon, Piero Rosa Salva, anima anche delle Family Run. “Chioggia per noi è una tappa importante e, nonostante le molte difficoltà, anche questa volta ha risposto alla grande”. Presente anche il sindaco Mauro Armelao che ha dato lo start alla corsa. “E’ stata una giornata di festa con la partecipazione di molti ragazzi – ha commentato il sindaco – immagine eloquente della voglia di ripartire dopo il periodo buio. Chioggia c’è e per queste manifestazioni avrà sempre la porta aperta”. Sulla stessa falsariga anche il fiduciario di zona del Coni, Matteo Perini. “C’erano molte difficoltà da parte delle scuole – ha spiegato – e sapevamo che ci sarebbero stati numeri inferiori rispetto a due anni fa, ma siamo comunque oltre mille partecipanti e questo è un bel segnale nonostante tutto”.

PROSSIME TAPPE. Dopo San Donà e chiusa la tappa di Chioggia, la Alì Family Run si sposterà la prossima settimana a Dolo, sulla Riviera del Brenta, quindi il 23 a Mestre, alla vigilia della grande kermesse della Venicemarathon del 24 ottobre.

(Nella foto: alcuni momenti della Family Run)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.