Ancora un Natale in compagnia del Covid, più di 500 i positivi in città

Sarà purtroppo un altro Natale in compagnia del Covid-19, anche se fortunatamente la situazione ricoveri non è particolarmente drammatica e, al momento, non si registrano nuovi decessi tra i residenti nel comune di Chioggia. E’ invece sempre in salita il numero delle persone positive. L’ultimo dato reso pubblico, aggiornato al 20 dicembre, dal sindaco Mauro Armelao (anch’egli tra l’altro ancora positivo) parla di 521 positivi accertati e di 16 ricoverati in ospedale, mentre il numero dei decessi è fortunatamente fermo a 152 da inizio pandemia. Il numero dei negativizzati totale sale 5.325, che significa che quasi l’11% della popolazione residente nel comune di Chioggia ha contratto il virus.

Saltate le feste di piazza, il sindaco Armelao ha annunciato il decreto festività e le nuove ristrettezze imposte dal Governo per arginare l’avanzare del virus durante le feste natalizie. Fino al 31 gennaio scatta l’obbligo delle mascherine all’aperto, mentre saranno necessarie le FFP2 nei cinema, nei teatri, negli stadi e nei palasport, oltre che sui mezzi di trasporto.

La validità del green pass avrà durata 6 mesi e non più 9, mentre il richiamo del vaccino (la terza dose, estesa anche ai ragazzi dai 12 ai 18 anni) può essere anticipato da 5 a 4 mesi. Altra stretta attorno ai ristoranti, perché fino al 30 marzo servirà il green pass rafforzato (persone vaccinate) nei ristoranti al chiuso ed anche al banco, mentre non si potranno consumare cibi e bevande in cinema, teatri e stadi.

Detto dell’annullamento delle feste in piazza di fine anno, fino al 31 gennaio rimarranno di nuovo chiuse le discoteche, oltre alle sale da ballo e attività similari. Super green pass necessario anche per accedere in piscina, in palestra, nei musei, nei centri termali e nelle sale bingo. Per entrare nelle case di riposo è addirittura richiesto di avere la terza dose oppure due dosi e un tampone rapido o molecolare.

Infine le scuole. Qui verrà fatto uno streaming straordinario degli studenti per consentire un ritorno in classe, dopo le vacanze di Natale, che possa essere il più possibile in sicurezza. Il sindaco invita tutti a non abbassare la guardia, ad igienizzarsi le mani e indossare, dove richiesto, le mascherine FFP2.

(Nella foto: il sindaco Armelao al punto tamponi dell’ospedale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.