Armelao: 72 ore settimanali per gestire al meglio la pesca durante l’inverno

Settantadue ore di pesca nell’arco della settimana, per gestire al meglio le problematiche legate all’alzamento delle paratoie del Mo.S.E. durante i mesi invernali. E’ questa la proposta avanzata dal sindaco di Chioggia, Mauro Armelao, al ministro Stefano Patuanelli ed al sottosegretario Francesco Battistoni, dopo l’incontro di giovedì a Roma con il direttore generale della pesca marittima e dell’acquacoltura, Riccardo Rigillo.

Dunque il Sindaco chiede la possibilità di gestire in questo modo e non attraverso un numero di giornate definito, per la marineria chioggiotta nei sei mesi di maggior probabilità di acque alte, ovvero nel periodo che va dal 15 ottobre al 15 aprile, in attesa, naturalmente, che al termine dei lavori che dovrebbero iniziare entro marzo diventino fruibili le conche di navigazione.

In realtà il problema di convivenza dei pescatori con lo sbarramento del Mo.S.E. non è di facile soluzione. Secondo Armelao il sistema delle 72 ore consentirebbe una più facile organizzazione del lavoro e permetterebbe ai pescatori una gestione dell’attività maggiormente calibrata sulle condizione meteo-marine, con ricadute senza dubbio positive non solo sugli operatori del settore e delle loro famiglie, ma anche sull’intero tessuto sociale cittadino.

La parola passa ora ai ministeri che dovranno dare una risposta in tempi brevi, visto che in questo periodo l’innalzamento delle paratoie del Mo.S.E. è all’ordine del giorno.

(Nella foto: Il sindaco Armelao a Roma con il direttore generale della pesca Riccardo Rigillo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.