Caso farmacie: è scontro Forza Italia – sindaco Ferro

Due sentenze del Tar, su ricorsi presentanti dalle farmacie di Sottomarina, hanno annullato il passaggio della San Michele e della San Marco nelle nuove ubicazioni, disponendo che le stesse ritornino nei loro siti originari, ovvero a Brondolo ed a Chioggia. Una sentenza che ha fatto discutere anche dal punto di vista politico, con Beniamino Boscolo Capon, capogruppo di Forza Italia, che ha attaccato il sindaco Ferro.

“Il 20 dicembre scorso – sottolinea Capon – avevano cercato di discutere la proposta in consiglio comunale, ma la maggioranza grilina, dopo che l’assessore D’Este aveva bollato il provvedimento come argomento strettamente tecnico, supina ed impreparata ha approvato la proposta di delibera senza nemmeno leggere il provvedimento. Alle nostre preoccupazioni sulla legittimità dell’atto, visti i ricorsi delle altre farmacie di Sottomarina che avevano ricorso al Tar, venimmo rassicurati sulle sostanziali prospettive di vittoria, sottolineando anzi che il voto della delibera dava un ulteriore posizione di forza all’amministrazione comunale nella udienza di primavera. Nulla di più errato, visto che ora due sentenze annullano quella delibera“.

“Le Farmacie San Michele e San Marco, nel caso in cui non si trovi la soluzione, – conclude il consigliere azzurro – dovranno tornare al loro posto, a Brondolo ed a Chioggia. Un disagio enorme per i costi sostenuti nelle aperture dopo l’autorizzazione del Comune ed ora, molto probabilmente, le farmacie in questione chiederanno i danni al consiglio comunale, o meglio, a chi era presente ed ha votato favorevolmente”.

Accuse però respinte dal sindaco Ferro che rassicura che non vi sarà alcun provvedimento contro l’amministrazione comunale. “Prima di gridare “al fuoco, al fuoco” – replica il primo cittadino – il consigliere Capon dovrebbe sincerarsi che almeno il fuoco ci sia. Basta leggere la sentenza del Tar per scoprire che non esiste una sola riga che paventi eventuali risarcimenti, ma si precisa che il consiglio ha deliberato su una materia di competenza della giunta e che sarà quindi sufficiente convalidare con una nuova delibera di giunta la zonizzazione delle farmacie, cosa per la quale gli uffici sono già al lavoro affinché il provvedimento arrivi quanto prima sul tavolo della giunta. La delibera di consiglio era stata fatta solo per eccesso di zelo quando sarebbe stata sufficiente una delibera di giunta e per di più a porte chiuse. Sarà stata la calura ma quella di Capon sembra una opposizione strumentale ed allarmistica che rispedisco doverosamente al mittente”.

“Le sentenze – precisa l’assessore Angela D’Este – bisognerebbe saperle leggere o almeno farsele spiegare da chi di competenza. Beniamino Capon e tutti i firmatari della richiesta di commissione saranno accontentati prima possibile ed avranno una dettagliata spiegazione delle sentenze e della infondatezza delle accuse rivolte ed inoltre percepiranno il gettone di presenza”.

 

 

One thought on “Caso farmacie: è scontro Forza Italia – sindaco Ferro

  • Luglio 23, 2018 at 6:31 am
    Permalink

    Anziché sentire la campana dell’uno o dell’altro, perché non viene pubblicata la sentenza del TAR (oppure il link). Avremo così l’opportunità di decidere chi dei due ha ragione.

    Questa sarebbe la giusta informazione!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.