Clodiense, impresa per la salvezza

La Clodiense sbanca il fortino della Virtus Vecomp e porta a casa tre punti fondamentali in chiave salvezza. Tre punti insperati perché ottenuti in casa di una pretendente alla vittoria finale del campionato, seconda in classifica a soli due punti dalla capolista Campodarsego.

Contro la Virtus  la squadra di De Mozzi ha messo in difficoltà i rossoblù di Gigi Fresco soprattutto sul piano del gioco e dell’aggressività, nonostante l’evidente divario tecnico che si è ulteriormente allargato dopo l’ingaggio dal Chievo (in prestito) di Leveh, un ’99 di cui si parla un gran bene.

Ma la Clodiense, che in questa sfida non aveva nulla da perdere, ha disputato probabilmente la miglior partita della stagione, giocando sciolta senza farsi intimorire dagli avversari anche quando si è trovata in svantaggio.

Granata per primi avanti al 27′ con un gol di Farinazzo e pareggio della Virtus ad un respiro dal termine del primo tempo grazie ad un rigore concesso per fallo di Granziera e trasformato da Danti spiazzando Corasaniti. Ad inizio ripresa il sorpasso veronese dopo soli 5′: il neo attaccante rossoblù Leveh controlla di pento e in rovesciata manda la palla dove il portiere lagunare non ci può arrivare. Sembra a questo punto una partita segnata ma la reazione della Clodiense sorprende anche la stessa Virtus. Così poco dopo la mezzora al 31′ Baido con la complicità di una deviazione di Maccarone trova il gol del pareggio e 2′ più tardi ancora Farinazzo (10° gol in campionato) porta sul 3-2 la squadra di De Mozzi. Il gol è una mazzata per il team di Gigi Fresco che prova a reagire ma in maniera confusa e la Clodiense mette in cascina una vittoria che è ossigeno puro, in vista del recupero con il Montebelluna in programma domenica prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.