Da Paypal ai sistemi contactless, pagare con lo smartphone è sempre più sicuro

REDAZIONALE SPONSORIZZATO – Il mondo dei pagamenti digitali si arricchisce giorno dopo giorno di sistemi sempre più avanzati e sicuri, che ormai permettono di effettuare transazioni in pochi secondi direttamente online. Molte di queste vengono eseguite tramite smartphone, poiché tali dispositivi risultano particolarmente pratici e flessibili non soltanto fuori casa ma anche quando ci si rilassa tra le mura domestiche: ecco alcune delle modalità di pagamento digitali più utilizzate online.


Paypal, Skrill e le altre piattaforme per i pagamenti digitali

Un numero sempre maggiore di utenti acquista oggi beni e servizi direttamente online, sia da PC che tramite dispositivi mobili. Lo shopping sui siti di e-commerce, ma anche l’acquisto di servizi su portali di gioco e di intrattenimento, sono ormai una pratica molto diffusa e trasversale tra le varie categorie sociali.

Questa crescita costante ha favorito la diffusione di metodi di pagamento ad hoc, studiati proprio per offrire una soluzione comoda e flessibile alle esigenze di trasferimento di denaro, garantendo al contempo la massima protezione dei dati personali.

Il primo esempio di successo in tal senso è proprio Paypal, la piattaforma di pagamento più utilizzata al mondo e ormai integrata a gran parte degli e-commerce, sia quelli di piccole dimensioni che i grandi marketplace globali. Paypal offre non soltanto un efficiente servizio di trasferimento fondi, sia tra privati che verso operatori commerciali, ma anche elevati livelli di sicurezza e una politica di protezione dell’utente finale che gli ha permesso di diventare in breve tempo il maggior riferimento per gli acquisti online: utilizzare Paypal significa infatti poter contare sulla massima tutela contro eventuali truffe e raggiri.

Sulla scia di Paypal, negli ultimi anni si sono affermate altre piattaforme simili, come Skrill e Stripe, ampiamente utilizzate dai fornitori di beni e servizi per ricevere pagamenti in denaro anche tramite carte di credito e debito. Queste piattaforme fungono, in sostanza, da intermediari tra colui che paga e colui che riceve, mettendo a disposizione avanzati sistemi di protezione dei dati e riducendo al minimo i rischi di furto, più elevati quando invece si comunicano i dati della propria carta direttamente all’altro soggetto.

Proprio perché considerate particolarmente efficienti e sicure, queste piattaforme di pagamento vengono oggi utilizzate anche in settori più delicati, come quello dell’iGaming e dei casino digitali, in cui la protezione dei dati risulta fondamentale per conquistare la fiducia degli utenti. Proprio i casino online sono tra le società che hanno maggiormente investito sul tema della sicurezza, adottando tra le varie misure un’attenta selezione dei sistemi di pagamento da offrire.

Oltre a bonifici bancari e carte di credito, i casino digitali puntano fortemente proprio sui servizi offerti da queste piattaforme, che ad oggi rappresentano lo strumento più comodo ed efficace per inviare e ricevere denaro.

Sistemi contactless e pagamenti tramite smartphone

Sempre più utilizzati anche per pagare nei negozi fisici, i sistemi contactless sono ormai una realtà in grande crescita. In sostanza, questi metodi di pagamento si basano sulla possibilità di completare la transazione semplicemente avvicinando lo smartphone al POS collegato in rete. Il passaggio di denaro avviene in pochi secondi: chi ha una carta di pagamento collegata alla relativa app sul dispositivo mobile vedrà l’addebito sulla stessa carta, mentre in assenza è possibile pagare tramite credito telefonico.

Per confermare l’operazione, sarà necessario procedere al riconoscimento dell’utente attraverso un codice di sblocco segreto oppure dati biometrici, come la lettura dell’impronta digitale e il riconoscimento facciale, che garantiscono i massimi livelli di sicurezza.

La portata del fenomeno, che sembra ormai destinato a rappresentare il futuro dei pagamenti, è evidenziata dal fatto che le principali app di questa tipologia fanno capo ai maggiori gruppi tecnologici e digitali, come Apple, Google e Samsung, ma non mancano altre interessanti esperienze come quella di Satispay, che permette di collegare lo smartphone direttamente al conto corrente bancario e di creare una sorta di conto elettronico.

Sebbene l’Italia non sia ancora al passo degli altri Paesi europei – e in particolare nord europei – per quanto riguarda i pagamenti digitali, i dati sono comunque in crescita e dimostrano come il percorso intrapreso vada ormai in questa direzione. Meglio, dunque, non farsi trovare impreparati e cogliere le opportunità e i vantaggi di questa nuova rivoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *