Da Re (Ascom): Basta parcheggio selvaggio delle biciclette

Il caos regna sovrano in molte zone, anche centrali, di Chioggia e Sottomarina. Biciclette e motocicli parcheggiati ovunque, senza alcun criterio, in piena anarchia. Alessandro Da Re, presidente di Ascom, chiede, con l’avvento della bella stagione, di riordinare il parcheggio delle due ruote, spesso ammassate in piazzale Italia, sul boulevard di via Veneto ed in Lungomare, a volte sui passaggi pedonali e davanti le vetrine dei negozi e dei locali. Sull’argomento, Ascom, Gebis e Cisa Camping danno la piena disponibilità di collaborazione all’amministrazione comunale per provare a trovare una soluzione.

«Siamo alle solite», spiega il presidente di Ascom, Alessandro Da Re, «è arrivato il caldo, per fortuna, ma con il caldo sono arrivati anche fiumi di biciclette e di motorini che stanno invadendo il centro di Sottomarina e anche quello di Chioggia. E’ un problema ormai cronico, ma occorre affrontarlo una volta per tutte. Dobbiamo trovare degli spazi riservati ai mezzi a due ruote, penso a esempio a alcuni stalli blu del boulevard di viale Veneto, a alcuni stalli di piazzale Europa e a piazza Todaro per evitare che i mezzi siano lasciati ovunque. E’ una questione di sicurezza, in primo luogo, ma anche di decoro. Non possiamo avere le aree pedonali, i marciapiedi e gli ingressi dei negozi invasi dalle biciclette. La città si deve presentare ordinata e accogliente. Abbiamo chiesto all’assessore al turismo Isabella Penzo di poter organizzare un incontro per concordare le possibili azioni da mettere in campo per risolvere, o quanto meno ridurre, questo problema.  Un incontro allargato a tutte le sigle del commercio, del turismo e dell’artigianato della città perché siamo convinti che anche su questo versante ci sia piena sintonia di intenti. Sarà un percorso di educazione. Certo serviranno anche dei controlli perché altrimenti si rischia che le indicazioni su dove parcheggiare, modalità già sperimentate negli anni scorsi, rimangano disattese». 

(Nella foto: il presidente Da Re)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *