Ferrazzi (PD): Ponte sul Brenta, dopo due anni lavori al 32%, il Ministro intervenga

Mentre continuano gli enormi disagi (anche nella serata odierna un’altra ambulanza è rimasta bloccata dal semaforo), continuano le esternazioni della politica in merito ai lavori sul Ponte che scavalca il fiume Brenta. Dopo la senatrice leghista Ketty, è la volta del senatore del Partito Democratico Andrea Ferrazzi sollecitare il ministro Giovannini sui lavori che stanno esasperando gli utenti della Romea nel territorio comunale di Chioggia.

“A quanto si apprende – afferma Ferrazzi – Anas ha commissionato i lavoro sul ponte alla ditta “Grandi Lavori Scarl Consorzio Stabile” i lavori di manutenzione straordinaria del ponte sul fiume Brenta che, dopo due anni, sarebbero completati solamente al 32%. Dal 15 marzo di quest’anno è stato istituito il senso unico alternato ed il divieto di transito ai mezzi con massa superiore alle 44 tonnellate fino al termine dei lavori, fissato per il 5 luglio di quest’anno, causando code anche di quattro chilometri”.

“Avendo gli amministratori dei comuni interessati – prosegue Ferrazzi – consentito i lavori anche negli orari notturni e di spostare il traffico pesante in autostrada, si apprende che le richieste non sono ancora state accolte. Chiedo allora se il Ministro sia a conoscenza dei fatti esposti e quali iniziative urgenti intenda adottare per assicurare una rapida conclusione dei lavori, in vista della riapertura delle attività economiche e turistiche, oltre ad individuare soluzioni alternative che garantiscano la regolarità del traffico e la mitigazione dei disagi nel periodo di conclusione dei lavori”.

(Nella foto: i lavori sul ponte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *