Greenpeace, in Italia consumiamo più di 11 miliardi di bottiglie di plastica all’anno

Il “nostro” Mar Mediterraneo, un bacino semichiuso con pochi scambi con altri oceani, uno dei mari più inquinanti da plastica. Plastiche e microplastiche spesso invisibili agli occhi, di cui ci accorgiamo solo quando finiscono sulle nostre spiagge.
Ad esempio, un’analisi effettuata lungo le coste italiane ha evidenziato che in Adriatico ogni 100 metri di spiaggia ci sono fino a 590 oggetti. Sacchetti, bicchieri, bottiglie e reti da pesca.
Cosa resta degli impegni contro la plastica, presi solo un anno e mezzo fa, da politici e aziende? Solo qualche spot pubblicitario sul falso mito del riciclo.

La maggior parte dei rifiuti in plastica galleggianti in Adriatico è rappresentato da bottiglie, contenitori, imballaggi, frammenti e borse per la spesa.
Seguiti poi dal polistirolo espanso, impiegato nella pesca. 
Se la Direttiva Europea contro la plastica monouso sarà applicata correttamente, ci libereremo presto da cannucce, posate e pochi altri prodotti usa e getta.
Ma c’è un prodotto su cui la direttiva non interviene in modo efficace e che le aziende non vogliono assolutamente mollare: le bottiglie.

In Italia consumiamo più di 11 miliardi di bottiglie di plastica all’anno per l’acqua minerale e le bevande. Il nostro Paese è tra i primi al mondo – con Messico e Thailandia- e primo in Europa per il consumo di acqua minerale e confezionata in bottiglie di plastica. Negli ultimi dieci anni, le vendite totali delle sole acque minerali imbottigliate in plastica sono passate dai circa 5 a circa 10 miliardi di bottiglie l’anno.
Le percentuali di riciclo? Meno del 50% del totale.
Il resto finisce in inceneritori, discariche o disperso nell’ambiente e in mare.

Perchè il mare non è solo bello e meraviglioso, è anche vitale per tutti noi.

FONTE https://www.greenpeace.org/italy/

PETIZIONE GREENPEACE: https://attivati.greenpeace.it/petizioni/stop-bottiglie-plastica/?utm_source=donor%20%2B%20lead&utm_medium=email&utm_campaign=oceans&utm_content=21062021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *