Il grande ritorno del Palio de La Marciliana

Dopo due anni di restrizioni, torna finalmente nella sua edizione integrale il Palio de La Marciliana, ovvero la rivisitazione storica della Guerra di Chioggia (1379-1381), con la città che per tre giorni, dal 17 al 19 giugno, riprende la veste medievale dell’epoca. Musici, tamburini, assalti, la gara delle balestre, la vita nelle contrade e chi più ne ha, più ne metta e che da oltre trent’anni fa parte integrante ormai degli eventi di primo piano dell’estate chioggiotta.

Venerdì 17 giugno l’allestimento delle contrade (Sant’Andrea, San Giacomo, San Martino, San Michele e Montalbano), con la benedizione di contrade e balestre alle 21.30 all’oratorio della chiesa della Santissima Trinità, in piazzetta XX settembre. Quindi l’inizio del corteo storico ed il giuramento dei balestrieri in piazza Vigo.

Sabato 18 giugno, si parte al mattino con l’animazione in piazza nelle contrade lungo tutto il Corso del Popolo e dalle 18, novità di quest’anno, l’animazione in riva Vena con il progetto “Ultra Venam“, antichi mestieri e arrivo delle barche lungo i canali. Alle 21 in piazza Vigo si eseguirà il balletto medievale “voltati in ca Rosina”, quindi seguirà l’incursione genovese e padovana della città de Clugia.

Domenica 19 giugno, dalle ore 10 animazione in Corso del Popolo e lungo riva Vena con mestieri ed usanze della vita medievale in città. Alle 13.30 regata delle vele al terzo nella laguna del Lusenzo e alle 17.55 inizio della diretta Rai della disputa del Palio delle Balestre Grandi e alle 19.30 verrà decretato il vincitore dell’edizione 2022 del Palio de La Marciliana. Infine alle 21.30 si chiude il palio con i festeggiamenti e vita all’interno delle contrade.

⭕

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.