Il truck della Polizia contro il cyberbullismo

“Una vita da social”, il progetto formativo della Polizia di Stato dedicato ai più giovani per far comprendere loro i rischi che si possono nascondere nel web ed in particolare nei social, in relazione anche al fenomeno del cyberbullismo, ha fatto tappa a Chioggia, in Corso del Popolo con il truck appositamente attrezzato per l’occasione, unico appuntamento della provincia di Venezia.

Anche il sindaco di Chioggia, Alessandro Ferro, il presidente del Consiglio Comunale Endri Bullo e l’assessora alle politiche sociali Patrizia Trapella si sono recati in visita al camion della Polizia, che è rimasto parcheggiato davanti al palazzo comunale fino alle 14.

Gli operatori della Polizia Postale, attraverso un’aula didattica allestita all’interno, hanno incontrato gli alunni delle scuole medie e delle superiori, ma anche insegnanti e genitori sui temi della sicurezza online, in particolare sull’uso scriteriato dei social e sul problema del cyberbullismo, dell’adescamento online e della sicurezza della privacy.

“Una vita da Social” ha un solo grande obiettivo: “fare in modo chi i gravissimi episodi di cronaca culminati con il suicidio di alcuni adolescenti ed il dilagante fenomeno del cyberbullismo e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie, non avvengano più”.

(Nella foto: il track della Polizia davanti al municipio)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.