Kursaal, c’è un’offerta privata che spaventa le categorie

Il Comune di Chioggia rischia di arrivare fuori tempo massimo sull’acquisizione del Kursaal. Il sindaco Alessandro Ferro aveva specificato nei giorni scorsi che il Comune non avrebbe partecipato all’asta pubblicata che era stata programmata venerdì, dovendo aspettare l’approvazione del bilancio ma dicendosi anche certo che non ci sarebbe stata alcuna offerta e che l’amministrazione aveva tutta l’intenzione di acquistare l’edificio che la Città Metropolitana ha inserito tra i beni da alienare.

Ed invece l’imprevedibile è arrivato, perché è invece pervenuta un’offerta, fatta probabilmente da un soggetto privato, per l’acquisizione all’asta del bene. La busta verrà aperta solamente il prossimo 8 febbraio, ma le categorie economiche cittadine sono più che preoccupate perché c’è il rischio concreto che il Comune di Chioggia possa essere battuto da un soggetto terzo e quindi resterebbe con in mano un pugno di mosche.

Tra le associazioni di categoria c’è chi invoca l’intervento del sindaco metropolitano Luigi Brugnaro a favore della città di Chioggia, come pure c’è già chi pensa ad un piano alternativo e si augura che in caso di offerta accettata, il privato acquirente, il Comune di Chioggia e le associazioni di categoria si mettano attorno ad un tavolo per discutere il futuro del bene, ritenuto strategico per il turismo cittadino. Infine c’è pure chi dà per scontata l’acquisizione del Kursaal da parte di un privato e chiede le dimissioni di chi ha sbagliato.

(Nella foto: il centro congresso di Sottomarina)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *