La Pagana e il rito delle forbici

Le forbici che venivano usate contro la pagana
Le forbici che venivano usate contro la pagana

Chioggia piccola capitale dell’esoterismo, forse solo leggenda o tradizione popolare, ma forse anche un pizzico di verità in questa affermazione c’è. Come Venezia anche Chioggia vive, per la sua struttura urbanistica, in un atmosfera magica, che a volte, nel passato, è sconfinata nella stregoneria.

Sottoportici tetri, “caleselle”, capitelli sparsi ovunque nella città, si prestano a questo tipo di interpretazioni. Erano molte, un tempo, le fattucchiere che, a pagamento (in contanti ma anche in natura), sfruttavano l’ignoranza della gente per proporre filtri magici, fatture o altro.

Non di meno le vecchie preghiere popolari così cupe, quasi intimidatorie, invocanti il rispetto, soprattutto, del regno dei morti, non fanno altro che confermare questa tesi.

Ma in tempi (e attenzione non stiamo parlando di secoli fa…) dove qualche vecchia malandata per strada poteva essere additata come una strega, erano molti i racconti popolari che parlavano di personaggi strani che si aggiravano per le calli della città. Personaggi che non vedeva nessuno, perché probabilmente solo frutto della fantasia popolare, ma che quasi tutti giuravano che esistessero per davvero.

Tra questi un clima di assoluto terrore accompagnava la cosiddetta Pagana. Si temeva, infatti, che questa potesse fare incursione improvvisamente nella stanza di una partoriente, (anche perché un tempo si partoriva a casa e non in ospedale), o di una puerpera, facendo del male a lei, alla nutrice, al nascituro o al neonato. La Pagana era descritta come un essere misterioso e malefico contro il quale si mettevano in atto rituali e pratiche per scongiurarne gli intenti omicidi.

Uno dei riti più seguiti era quello di mettere ai piedi del letto della partoriente delle forbici con le punte aperte in direzione della porta ed un pezzo di pane come offerta, affinché la Pagana non si introducesse per strangolare la paziente. Il pane rappresentava la sacralità e poteva anche non venire accettato perché le streghe a volte lo rifiutano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *