La Torre di Bebe

La Torre di Bebe è un sito archeologico che si trova sulla strada che da Chioggia porta a Cavarzere, in località Ca’ Pasqua. Presente sin dai tempi della Serenissima, fino al 1380, anno della Guerra di Chioggia, era il presidio militare di confine posto a sud della laguna di Venezia.

La torre fu edificata per volere di Teodato, o Diodato, magister milutm di Heraclia che poi fu gratificato con il titolo di doge (742-756 d.c.). Era un castello strategico per Venezia in quanto controllava le foci di un ramo del Brenta che allora sfociava ancora in laguna.

Fu teatro di numerosi scontri e battaglie quando schiere di soldati scendevano da ongi dove per conquistare Chioggia e le sue preziose saline. Per secoli la zona fu sempre presidiata dalle guarnigioni militari di Venezia e Padova in quanto, presso la torre, passava la linea di transito delle navigazioni verso la foce del Brenta.

Anche la battaglia finale del cosiddetto “castello dell’amore” che vide contrapposte Venezia a Padova e Treviso si combatté nelle vicinanze della torre con i veneziani che, guidati dal doge Pietro Ziani, riuscirono a vincere.

Nel 1375 contemporaneamente si trovavano attorno al presidio clodiense gli ungheresi, i genovesi che avevano già occupato Chioggia ed i padovani arrivati dal Bacchiglione. Anche questa battaglia fu vinta, nel 1380 dai veneziani guidati da Vettor Pisani. Dopo questa data però la zona perse il suo ruolo strategico e la Torre delle Bebe pian piano andò in rovina.

(Nella foto: le rovine della Torre di Bebe)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *