La tradizione delle “tolèle”

Un ex voto o tolèla
Un ex voto o tolèla

Le “tolèle”, o tavolette votive, sono dei quadretti di arte popolare, evocante il moderno stile naif, raffiguranti delle grazie ricevute, specie dai pescatori in mare ma anche in drammatici episodi della vita quotidiana.

Chi le riceveva commissionava poi dei pittori locali per ringraziare il cielo di avere avuta salva la vita, nella semplicità dei moduli espressivi, che però esalta ed esemplifica l’intervento del santo nel momento in cui salva la vita di chi sta perendo.

Si possono ammirare spesso barche in balìa delle onde, vicine al naufragio, nel mare in tempesta e l’intercessione della Madonna della Navicella, o di un Santo o del miracoloso Crocifisso di San Domenico.

La maggiorparte di questi quadretti ex voto la si trova nella chiesa di San Giacomo, collocati alle pareti, ma un buon numero di tolèle si trova anche a San Domenico in una apposita cappelletta, in altre chiese e nel Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *