L’arte di Marialuisa Tadei e Vito Campanelli in mostra a Venezia

A Venezia, in un contesto unico di rara bellezza, in via Garibaldi 1814, dal 3 dicembre al 9 gennaio, Marialuisa Tadei e Vito Campanelli esporranno le loro creazioni presso il Giardino Bianco ArtSpace. La mostra, curata da Marco Dolfin, intitolata Gesto, forma e astrazione, rappresenta il dialogo armonico tra scultura e pittura, che, pur nella peculiarità poetica di ciascun artista, sfocia in materia animata, lavorata, pregiata data la scelta di materiali nobili sapientemente scelti dalla scultrice Tadei. Ecco come le opere vanno oltre la materia e si librano nell’aria richiamando il gesto pittorico di Campanelli che si traduce in moto dell’animo, in passione e fisicità. Il colore e la pennellata tintorettiana del veneziano scandiscono il ritmo istintivo della sua produzione pittorica.

Il curatore Dolfin ritiene che “tutte le opere della scultrice non hanno alcuna velleità di mimesis, di attaccamento al reale perché lo spettatore non identifica delle immagini definite, bensì delle figure evocate trasferite nella materia mediante un processo di trasfigurazione e astrazione”. Ecco spiegato il titolo della mostra, prosegue Dolfin “e il forte connubio fra questi due artisti apparentemente molto diversi”. La fluidità jazzista della pittura di Campanelli e la sua esplosione creativa generano delle opus, ovvero delle opere astratte interiormente evocative, che si sublimano profondamente con le sculture della Tadei.

L’ingresso alla mostra è gratuito, nel rispetto della normativa per la prevenzione contro il covid-19, da mercoledì a domenica, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

Cristina Pappalardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.