Lavori della “Conferenza dei Sindaci del litorale Veneto” e del G20s in vista dell’incontro con il ministro Garavaglia

La Giunta comunale, riunitasi in modalità videoconferenza, ha approvato le iniziative presentate dalla associazione “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto” (San Michele al Tagliamento, Caorle, Eraclea, Jesolo, Cavallino-Treporti, Chioggia, Rosolina, Porto Viro e Porto Tolle) per l’anno 2021, stanziando a cofinanziamento delle attività ordinarie e della progettualità delle nove località costiere 14.611,13 euro.
«Con i colleghi sindaci continueremo a lavorare sulla scia dello scorso anno – spiega il sindaco Alessandro Ferro – con l’obiettivo di pianificare strategie future coordinate con i territori e di migliorare ulteriormente la visibilità delle nostre località balneari, anche all’estero».
Nel corso della riunione dello scorso 6 aprile, i Sindaci del Litorale Veneto hanno condiviso la strategia di promozione mirata sui mercati tedeschi, per essere di supporto ai consorzi di promozione riconosciuti dalla Regione Veneto. Il progetto prevede la realizzazione di uno spot di 15 secondi da mandare in onda, con 50 passaggi, sulle 3 principali tv tedesche, nel periodo che va dal 7 al 20 giugno. Oltre alla stampa televisiva, verrà coperta anche quella cartacea, con 9 uscite a mezza pagina destinate a tre testate, per massimizzare la copertura mediatica.
A sostegno delle attività imprenditoriali del comparto, anch’esse colpite dalla crisi innescata dall’emergenza sanitaria, una rappresentanza della Conferenza dei Sindaci incontrerà la prossima settimana il Ministro Massimo Garavaglia per affrontare il tema del turismo nelle città balneari e tutti gli aspetti legati al settore, come i ristori. Una questione da porre al Ministro sarà anche la valutazione dell’opportunità di introdurre nell’elenco delle zone urbanistiche, che possono beneficiare dell’agevolazione del cosiddetto bonus facciate, anche quelle delle strutture ricettive classificate come zona D.
«Il tema del bonus facciate è stato dibattuto a lungo anche in consiglio comunale, perché per beneficiare dell’agevolazione è al momento indispensabile che gli interventi siano effettuati su immobili ubicati all’interno delle zone A e B, ovvero centro storico o area limitrofa – aggiunge il sindaco Alessandro Ferro – in comuni balneari quale è il nostro, sono molti gli edifici che fanno capo a strutture ricettive che insistono nelle aree centrali dei territori e che, essendo datati, necessitano di ristrutturazione. Come ha spiegato giorni fa la vicepresidente dell’Associazione Sindaci del Litorale Veneto, Roberta Nesto, sindaco di Cavallino-Treporti, le agevolazioni introdotte dal Governo potrebbero sostenere il nuovo decoro delle città, aggiungendo pregio storico, artistico e ambientale e favorire in generale il restyling degli edifici situati nei centri urbani».

Incontro G20S. Il sindaco Ferro ha dialogato in videoconferenza con i sindaci del G20s, il summit delle principali località balneari italiane, sono attualmente 26, di cui fanno parte anche le spiagge venete di Bibione, Caorle, Cavallino-Treporti, Jesolo (che ospiterà l’edizione 2021), Chioggia e Rosolina. L’attenzione, anche per il G20s, è al filo diretto con il Ministro Garavaglia, per definire temi fondamentali quali, ad esempio: i protocolli da seguire in materia covid; vaccini e spostamenti; conoscere l’avvio ufficiale della stagione turistica e individuare la strada migliore da intraprendere per ottenere lo status di città balneare. Il punto centrale di questo status giuridico è l’aumento considerevole di presenze turistiche a fronte del numero dei cittadini, l’elevato numero di km lineari di costa e il forte pendolarismo concentrato in momenti precisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *