Le Sepe Nere

Le sepe nere, chiamata anche seppie in nero, sono un tipico piatto della cucina veneziana. Il procedimento per cucinarle è facile e con ottimi risultati.

Prendete le seppie dopo averle pulite sotto l’acqua fredda, eliminando l’osso (si sfila via con le dita). Poi tagliate, con una forbice, la testa e togliete le interiora. Scaldate, in un’ampia padella, l’olio extra vergine, aggiungendo due spicchietti d’aglio. Un tocco in più se lo lasciate intero, da fare in modo che l’olio prenda l’aroma dell’aglio.

Dopo aver tolto gli spicchietti di aglio dall’olio, aggiunte le seppie, facendole rosolare per circa un quarto d’ora. Aggiungete un pizzico di sale e di pepe, ma anche un po’ di vino bianco da fare stemperare il nero di seppia.
Abbiate cura di far evaporare per bene il vino prima di aggiungere un paio di cucchiai (piuttosto abbondanti) di salsa di pomodoro, così da rendere ancora di più saporito il piatto.
Fate cuocere le seppie per circa un’altra ventina di minuti, fino a quando il sughetto non sarà bello denso.
A fine cottura, cospargete le vostre seppie con il prezzemolo e spegnete il fuoco. Portate in tavola le vostre sepe nere ancora fumanti.

PS: Se non riuscite a prepararle a casa, in molti ristoranti di Chioggia le troverete sicuramente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *