Leo Ranieri (Unionmare): Ztl bene, ma va prima sperimentata

Il presidente di Unionmare Leonardo Ranieri
Il presidente di Unionmare Leonardo Ranieri

Leonardo Ranieri, presidente di Unionmare, l’associazione che raccoglie tutte le località balneari della costa veneta, interviene ai margini del convegno organizzato da “Chioggiaviva”, sulla istituzione o meno della Ztl.

“L’intento di questa serata – esordisce Leo Ranieri nell’intervista rilasciata alla nostra Francesca Pinelli – era quello di studiare l’opportunità di una organizzazione diversa del centro storico. La Ztl, pur nelle difficoltà di una città come la nostra circondata dalla laguna e dal mare, può essere una opportunità in più per una realtà come la nostra a vocazione turistica. Deve essere però una pedonalizzazione intelligente, che va sperimentata per permettere ai cittadini di adeguarsi e quindi condividerla”.

“Quando si istituisce una Ztl – prosegue il presidente di Unionmare – bisogna migliorare il sistema dei parcheggi, che devono essere comodi ed avere un prezzo adeguato al portafogli di oggi. Bisogna però dare anche l’opportunità ai nostri commercianti di avere un accesso privilegiato in determinati orari proprio per non mettere in difficoltà il commercio”.

“Il turismo di Chioggia – continua Leo Ranieri – è variegato e prettamente italiano e quindi conosciamo benissimo i pregi ed i difetti dei nostri ospiti. Quindi bisogna attrezzarsi per abbellire il centro storico per attirare anche molti di quei turisti che vengono al mare ma non frequentano il centro storico. Ecco che per allargare la stagionalità della nostra offerta turistica, la Ztl diventa fondamentale. Poi durante l’estate, quando ci si può muovere in bicicletta o a piedi, con un arredo urbano vivibile, diventa un’attrazione in più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *