Lettera all’arbitro Guido

Ciao Guido, ci siamo conosciuti fugacemente ad un torneo organizzato dall’Admo di Chioggia, dove hanno partecipato, come da tradizione, alcuni Carabinieri e altre Forze dell’Ordine. Ma chissà quante partite di calcio avrai arbitrato in tutto questo tempo nel territorio di Chioggia e non solo. Eravamo quel giorno i due arbitri a dirige le partite, ed eri lì presente nonostante il caldo e alcuni acciacchi dovuti dall’età a dare una mano per la riuscita del Torneo.

Ti scrivo per ringraziarti della disponibilità, la professionalità e la passione che mi hai trasmesso. Disponibilità, perché già quel giorno, dove ci siamo conosciuti, mi hai accolto come arbitro immediatamente senza giudicarmi e dandomi consigli, nonostante non sia un arbitro professionista. Professionalità, appunto, perché quando hai diretto le partite ho visto una persona preparata e concentrata nello svolgere al meglio la direzione della partita. Passione, perché, per chi ama il calcio, pur di farne parte è disposto a ricoprire anche ruoli come l’arbitro, un ruolo però necessario dove bisogna avere carattere e grinta, che a te non mancava mai.

E tu Guido eri un arbitro, “il signor Arbitro”. Non dimenticarti mai il fischietto e dei tuoi numerosi allievi. Grazie

Alberto Zaggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *