Linea 80, torna il transito in via Cavour

Tornano i bus della Linea 80 a transitare in via Cavour. L’ordinanza è stata firmata lunedì dal sindaco Mauro Armelao dopo alcuni incontri con Arriva Veneto, la società che gestisce il tratto Chioggia-Venezia, dopo che il passaggio dei bus a due piani del nuovo gestore era stato interdetto per problemi di sicurezza inerenti alla sporgenza di alcuni balconi. Uno stop che aveva costretto i bus a transitare per due volte (tanto in entrata quanto in uscita) per Borgo San Giovanni, aumentando il grado di pericolosità e, soprattutto, di inquinamento del quartiere. I test effettuati dagli autisti di Arriva Veneto, con gli autobus a due piani, avevano invece dimostrato che i balconi erano ad un’altezza tale da non essere sulla traiettoria di passaggio dei bus e quindi il Sindaco, sentite anche le rimostranze dei residenti di Borgo San Giovanni, ha deciso di tornare al vecchio tragitto, con il passaggio cioè in uscita dei bus per via Cavour e quindi via della Repubblica e via Maestri del Lavoro verso la Romea.

E’ una risposta – ha commentato Armelao – che diamo ai cittadini di Borgo San Giovanni e non solo, che attendevano da anni questa ordinanza, riducendo così il traffico dei bus del 50% e garantendo maggiore sicurezza per i residenti del quartiere. Infonde anche maggiore serenità agli stessi autisti di Arriva Veneto che così evitano la manovra nella piccola rotonda di Campo Marconi e si risparmiano pure 5 minuti nella tabella di marcia verso Venezia, che probabilmente permetterà di arrivare in orario alle coincidenza con i vaporetti veneziani”.

“Oltre a questo – spiega ancora Armelao – viene anche risolto in parte il problema dei rumori in Campo Marconi, mentre per quanto riguarda il problema dell’inquinamento quasi tutti i mezzi di Arriva Veneto sono euro 6 e a breve circoleranno anche i bus a metano. Pertanto i bus in partenza da Chioggia ed in arrivo da Venezia percorreranno Borgo San Giovanni una sola volta, nella corsia ad est. Con molta probabilità verrà pure ripristinata la fermata di via Naccari e per garantire ulteriore sicurezza ai residenti di via Naccari verrà installato un cordolo per il distanziamento dai palazzi presenti sul lato sinistro. Il percorso verosimilmente sarà operativo entro la fine di novembre. Al tempo stesso stiamo lavorando per fare in modo di creare una linea diretta dei bus con l’ospedale all’Angelo di Mestre”.

(Nella foto: il test di prova dei bus di Arriva Veneto in via Naccari)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.