Marcellina Segantin (centrodestra) : cambiare in meglio partendo dalle cose più semplici

Marcellina Segantin durante la presentazione
Marcellina Segantin durante la presentazione

Presentazione ufficiale mercoledì 13 aprile anche per Marcellina Segantin, candidata sindaco per una coalizione di centro destra composta da: Chioggia Viva lista Marcellina Segantin sindaco (Fucsia), Forza Italia, Fratelli d’Italia, Fare! e Prima il Veneto.

E’ stata Casa Goldoni, a Palazzo Poli, a battezzare la prima uscita in campagna elettorale dell’architetto Segantin, espressione di un pool di imprenditori che, sotto il simbolo di Chioggia Viva, in questi mesi aveva tenuto una serie di incontri pubblici su alcune tematiche di grande interesse, ma soprattutto di strettissima attualità attorno alla nostra città. Primo bagno di folla, dunque, per Marcellina Segantin, in un salone gremito di gente dove per primi hanno preso la parola gli esponenti delle altre liste che fanno parte della coalizione di centro destra.

“Dopo varie consultazioni – ha spiegato Beniamino Capon di Forza Italia – abbiamo scelto di appoggiare Marcellina Segantin perché abbiamo avvertito che in città c’è voglia di cambiamento, partendo dalle persone della società civile e delle imprese“.

E’ giusto che gli imprenditori si impegnino in politica – ha invece detto Sandro Marangon di Fare! – perché il lavoro deve essere il tema principale della prossima amministrazione. Fare per portarci fuori dall’isolamento economico e politico che sta ormai diventando cronico”.

“Tutta questa gente – ha sottolineato Nicola Boscolo Pecchie di Fratelli d’Italia – dimostra che a Chioggia c’è voglia di politica e di cambiamento ed abbiamo scelto Marcellina Segantin perché questa coalizione crede nella centralità del rilancio economico“.

Ultimo ad entrare nella squadra in appoggio alla Segantin il Movimento Prima il Veneto con Lucio Gianni che annuncia la costituzione della lista civica “La rete per il futuro”. “Siamo partiti dalla provocazione: cosa sei disposto a fare per la tua città? Il tutto per abbracciare quelle persone che sono al di fuori dei simboli di partito. Per me è come ritornare a casa”.

Visibilmente emozionata, Marcellina Segantin, 51 anni, architetto, originaria di Ca’ Bianca ma praticamente da sempre residente a Chioggia, ha elencato tutte quelle criticità che da sempre frenano lo sviluppo della città. “Ho deciso di accettare questo incarico – ha detto – per il senso del dovere, perché sono convinta che la nostra città meriti molto di più. Una città che deve tornare a sorridere ed avere speranza. Il mio motto è: muore lentamente chi non trova il coraggio di inseguire un sogno“.

Dobbiamo partire – ha continuato la candidata sindaco del centrodestra – dai bisogni primari della nostra città, dalle cose più semplici, ma dobbiamo avere già in mente quelli che saranno gli obiettivi preponderanti, i grandi progetti che la città sta aspettando da tanti anni. Cercheremo di capire in che situazione si trova l’amministrazione e quindi metterci tutti attorno ad un tavolo per snellire la burocrazia e dare risposte più veloci a chi ne abbia necessità. Senza dimenticare le frazioni che non devono sentirsi abbandonate. Insomma il tempo delle baruffe deve finire; è tempo di lavorare tutti insieme per migliorare le cose“.

Daniele Zennaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *