Massimo non ce l’ha fatta: è deceduto l’agente di polizia locale vittima di un incidente

La notizia che nessuno voleva sentire è purtroppo arrivata all’ora di pranzo: Massimo Boscolo Cegion è morto. Il fisico del 34enne agente di polizia locale di servizio a Padova, non ha retto ai devastanti traumi subiti durante l’incidente in cui è arrivato coinvolto, con la moto d’ordinanza, sabato scorso. Che le condizioni di Massimo fossero gravissime lo si era intuito sin da subito e a nulla purtroppo è servito l’intervento chirurgico che aveva subito all’ospedale di Padova. L’agente di polizia locale non ce l’ha fatta ed è deceduto dopo due giorni in cui aveva provato a lottare contro la morte.

La notizia è arrivata come un macigno a Sottomarina, dove abita Massimo. La famiglia si è chiusa in un comprensibile silenzio, a centinaia sono arrivati i messaggi di cordoglio, soprattutto nei social. Una vita spesa per la divisa, un marchio di fabbrica per la famiglia Cegion. Anche il padre Ranieri fa l’agente di polizia locale, a Rosolina, così come pure il fratello Davide, ad Albignasego e con il quale era legatissimo e condivideva la passione per la boxe.

Anche il sindaco Mauro Armelao ha voluto mandare un messaggio di cordoglio alla famiglia, attraverso gli organi di stampa. “Ho appreso la triste notizia – scrive il sindaco – che il nostro concittadino Massimo Boscolo Cegion, collega della polizia locale di Padova, è deceduto in seguito delle ferite riportate nell’incidente stradale mentre era in servizio a Padova sabato scorso. A nome della Città di Chioggia esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia e vicinanza al corpo di Polizia Locale di Padova e Chioggia, visto che Massimo aveva lavorato come stagionale nel nostro Comando. Un giovane agente preparato, un professionista della sicurezza che lascia un vuoto immenso. La Città di Chioggia si unisce a questo immenso ed ingiusto dolore. La vita ci mette sempre a dura prova. Un abbraccio dal più profondo del cuore ai familiari”.

Incredulità e cordoglio arrivano pure dal Comando di Polizia Locale di Chioggia, attraverso le parole del comandante Michele Tiozzo. “Esprimo il mio cordoglio personale e di tutti gli appartenenti al Comando di Polizia Locale di Chioggia per la prematura scomparsa del giovane agente motociclista, vittima del dovere. Siamo vicini alla sua famiglia ed ai suoi colleghi di Padova”.

Massimo Boscolo Cegion lascia papà Ranieri, la mamma ed il fratello Davide.

(Nella foto: Massimo Boscolo Cegion)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.