Mercato Ittico: +12% nonostante il covid

Il Mercato Ittico di Chioggia ha chiuso il 2021 con un incremento del 12,33%, rispetto all’anno precedente, nonostante il perdurare della pandemia di covid. Un risultato sicuramente molto positivo che ha premiato il lavoro di squadra ed il marketing territoriale, che ha messo il polo ittico di via Poli, gestito dalla partecipata SST, in controtendenza rispetto agli altri competitors, portando un aumento di fatturato complessivo di circa 4 milioni di euro.

Un dato molto significativo se si considera la chiusura dei ristoranti che si è protratta per tutto il 2020 e che aveva portato a registrare un allarmante -19% di fatturato rispetto al 2019, che costava una perdita pari a circa 6 milioni e mezzo di euro.

Dunque il settore ittico chioggiotto appare in netta crescita, nonostante i problemi che ancora assillano la catena ho.re.ca. (alberghi, ristoranti e grande distribuzione), con un incremento del quantitativo di prodotto commercializzato annuo pari al 4% su un valore complessivo di circa 10 mila tonnellate di pescato.

Orgoglioso del risultato ottenuto, il direttore del Mercato Ittico di Chioggia Emanuele Mazzaro che spiega: “È stato un anno difficilissimo – con una crisi strutturale dell’economia legata al perdurare della pandemia e alle difficoltà che sta ancora affrontando tutto il comparto Pesca – ma, grazie ad un importante lavoro di squadra, e a un’apertura del mercato alla società, e all’informazione, siamo riusciti a registrare dei dati assolutamente positivi.”

E continua: “Il Mercato Ittico è stato al centro del dibattito nazionale sulla pesca e sul futuro del settore ittico celebrando il Kick Off Day/giorno di lancio degli Stati Generali Pesca a dicembre, in una situazione di allerta pandemicaAbbiamo svolto una costante attività di informazione e divulgazione delle peculiarità dei nostri prodotti e delle eccellenze rappresentate dal pescato del Mare Adriatico. Abbiamo coinvolto decine e decine di partners strategici anche su scala nazionale, posizionandoci ai massimi livelli della qualità in settori strategici come quello del Food e dell’Ho.re.ca. ”.

“ Sono orgoglioso – conclude Mazzaro – dei prestigiosi obiettivi raggiunti grazie allo sforzo di tutti gli operatori e dei dipendenti della partecipata che rappresentano una vera e propria eccellenza lavorativa della città. La comunicazione ed il marketing territoriale sono il futuro del commercio all’ingrosso.

Anche il sindaco di Chioggia Mauro Armelao è intervenuto per complimentarsi con la Direzione del Mercato: “Quello appena trascorso è stato un anno complesso, poiché la contrazione dei consumi conseguente al Covid non ha ancora mollato del tutto la presa, ma i dati sono incoraggianti. Continuiamo a lavorare in vista dei prossimi appuntamenti, a maggio, con gli Stati Generali della pesca: un’occasione per fare un affondo sulle principali criticità e soluzioni possibili, che interessano il comparto. Voglio ringraziare anche i pescatori, che lavorano con passione e dedizione per permetterci di gustare sulle nostre tavole prodotti di primissima qualità”.

(Nella foto: il direttore del mercato ittico Emanuele Mazzaro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.