Nella Talamini espone alla galleria G1

di Cristina Pappalardo – La pittrice chioggiotta Nella Talamini espone la sua personale alla galleria G1, in calle San Giacomo, dal 22 maggio al 2 giugno, dove si potranno ammirare alcuni dei suoi acquerelli più famosi. L’acquerello è una tecnica pittorica che molti considerano, a torto, di facile esecuzione. In realtà questa pratica richiede una buona scioltezza della mano, una certa precisione e determinazione nell’inserire i colori che  tendono a mescolarsi tra loro creando effetti che, se indesiderati dal pittore, sono difficilmente correggibili. Infatti non è possibile sovrapporre i colori per eventuali aggiustamenti successivi, nel senso che, ogni pennellata è definitiva. D’altro canto, la velocità di realizzazione permette di impratichirsi e acquisire dimestichezza con tale espressione artistica. Il foglio viene preparato con un leggero disegno a matita. Successivamente  possono essere applicate varie tecniche esecutive quali le velature sovrapposte, il bagnato su bagnato o il bagnato su asciutto. 

La caratteristica principale di un buon acquerello è l’estrema “leggerezza” rappresentativa, la delicatezza dei colori, l’effetto di freschezza e la sua immediatezza espressiva. Molti studiosi lo utilizzavano addirittura per le riproduzioni botaniche o scientifiche, per cui, era davvero una tecnica pittorica a tutto tondo. La facilità con cui si reperiscono i materiali, il fatto che l’artista dipinge su carta, gli permette di trovare stimoli e spunti naturalistici anche all’aria aperta. Il contatto tra l’acqua, i colori e le superfici pittoriche quali il cartone, la pergamena, la seta e addirittura il legno, rendono questa tecnica pittorica un unicum nel panorama artistico nazionale e internazionale.

In questo sfondo si innesta la personale della pittrice Nella Talamini alla galleria G1, a Chioggia. Nella espone opere realizzate nel periodo del lockdown, ma anche statue e altre immagini relative ad epoca precedente. I suoi acquerelli e le penne ad acquarello sono caratterizzati da tematiche locali. Vi si raffigura all’interno Chioggia con i suoi angoli caratteristici e i prodotti tipici del territorio, come ad esempio il radicchio, e il pesce. La mostra si potrà ammirare tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00. Non c’è modo migliore di accostarsi all’arte e alla cultura. Partiamo da qui. 

Cristina Pappalardo

(Nella foto: alcune opere di Nella Talamini)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *