Positivi tra i banchi: 47 scuole coinvolte, ma un solo focolaio

Insegnanti, presidi, provveditore, referenti Covid e tecnici della prevenzione. In tutto quattrocento, a discutere e formarsi, sotto la guida dell’Ulss 3 Serenissima, su norme anti Covid, gestione dei contagi a scuola e dei casi di positività. Un ritorno del webinar gestito dal Team scuola covid dell’azienda sanitaria che ha fatto il pieno di presenze da parte degli istituti di tutta la provincia, molti provenienti anche da territorio extra Ulss (ma comunque bisognosi di indicazioni operative e di suggerimenti sulla gestione dell’organizzazione anti Coronavirus e dei casi di positività in classe).

A una settimana dall’inizio delle lezioni, nell’azienda veneziana i casi di positività sono saliti a 56. Si tratta di 55 alunni e un docente. Sono coinvolte 55 classi distribuite in 47 istituti. Dei 55 studenti positivi, 18 frequentano le scuole materne, 15 le elementari, 14 le medie e 8 le superiori. Nelle 55 classi in cui si è verificato il caso, sono stati isolati i contatti. Gli alunni messi in quarantena sono stati 908, di cui 286 nelle scuole materne, 235 nelle scuole elementari, 264 nelle scuole medie e 123 nelle scuole superiori. Gli insegnanti messi fin qui in quarantena sono 67: 30 di questi insegnano nella scuola materna, 23 alle elementari, 8 alle medie e 6 alle superiori.

“Questo conferma l’importanza della vaccinazione poiché la maggior parte dei positivi hanno meno di 12 anni – sottolinea il direttore generale dell’Ulss 3 Edgardo Contato -, quindi si tratta di bambini e ragazzini che, da normativa, non sono ancora vaccinabili. Altro segno importante che ci ricordano questi dati, è che la buona prassi anti virus adottata a scuola grazie alle nostre indicazioni porta quasi all’azzeramento dei focolai: questo vuol dire che i setting ben organizzati come i contesti scolastici riducono il contagio. Con molta probabilità nella maggior parte dei casi dei positivi riscontrati, non trovando poi positività tra i compagni e tra gli insegnanti dell’alunno contagiato, l’alunno ha contratto il virus all’esterno della scuola e lo stesso virus non è riuscito ad espandersi all’interno dell’istituto”.

Oltre alla quasi totalità del personale scolastico immunizzato (oltre il 95% di vaccinati con seconda dose), rincorrono verso la stessa percentuale anche i singoli diciannovenni, che raggiungono già l’89% di copertura vaccinale. Bene anche la fascia degli over 19, che ha superato l’80%. Mentre la fascia degli over 12, i ragazzini delle medie, ha raggiunto al momento il 50% di copertura.

“Riprendere questo appuntamento da remoto con tutte le scuole vuol dire dare un segnale di presa in carico e di monitoraggio efficace per tutto il settore educativo del nostro territorio – ha aperto il nuovo anno scolatico di webinar per le scuole dell’Ulss 3 il direttore dei servizi socio sanitari Massimo Zuin -. Questo avviene affinché la didattica a distanza, per il bene di tutti gli studenti, diventi solo un ricordo dell’anno passato”.

Durante il seminario interattivo è stato dato riscontro al mondo della scuola anche degli esiti di tutti i tamponi salivari somministrati la scorsa settimana al liceo Majorana di Mirano e all’istituto comprensivo Furlan di Spinea, nell’ambito del progetto sperimentale nazionale sulle scuole sentinella: tutti i 141 ragazzi sono risultati negativi al primo giro di screening contro il Covid.

I tecnici della prevenzione hanno ricordato a docenti, presidi e provveditorato anche le nuove regole per quanto riguarda la quarantena degli studenti e del personale, come i giorni della quarantena, che da 10 per i non vaccinati scendono a 7 per le persone coperte da vaccino. Molti i professori e i maestri intervenuti per porre delle domande come quelle su green pass a scuola, regole per l’attività musicale, igienizzazione dei libri scolastici o distribuzione della merenda.

Il Team scuola covid è costantemente in contatto con i referenti covid scolastici, gli insegnanti, i presidi e i genitori attraverso il numero verde e il numero Whatsapp dedicati, il sito web aziendale e la pagina Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.