Quando si faceva benzina in centro

Fino a qualche decennio fa a Chioggia si poteva tranquillamente rifornire la propria automobile in centro storico. Addirittura in piazza. Una delle pompe di benzina più datate, infatti, si trovava in Corso del Popolo, zona Duomo, di fronte al Bar Italia, a due passi dalla Banca Cattolica del Veneto (oggi agenzia Carige) e dal rivenditore di biciclette “Albanese”. Si trattava di un distributore vecchia maniera naturalmente, marchio Esso, ed è rimasto attivo fino agli anni ’70.

Ma la pompa di benzina di Corso del Popolo, non era l’unica presente in centro o appena a ridosso del centro. Oltrepassata la Porta di Santa Maria, infatti, in Campo Marconi, ne esistevano addirittura due: una dove attualmente si trova il monumento dedicato ai donatori dell’Avis e l’altra, con annessa officina, gestita dalla famiglia Buoncristiani nei pressi dell’attuale Biblioteca Comunale.

Altro distributore di benzina si trovava ai Canali, di fronte all’entrata del Mercato Ittico, con annesso lavaggio dove oggi si trova una sala slot.

L’unico distributore però aperto a tutte le ore del giorno e della notte, in assenza ovviamente degli attuali self service, lo si trovava all’imboccatura di Strada Madonna Marina, a Sottomarina, poco dopo il Cichito, sul lato est della via, che tutti conoscevano come “dalla vècia”. A qualsiasi ora, anche notturna, bastava suonare il campanello di casa e qualcuno scendeva a fare rifornimento di benzina o di miscela, rigorosamente al 2% di olio per i Ciao ed al 4% per i motorini più datati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.