Si cerca Gianni Bellemo, scomparso da dieci giorni

E’ uscito dal suo appartamento nella ex Casa del Pescatore il 30 dicembre, poi, di Gianni Bellemo, 58 anni di Chioggia, si sono perse le tracce. A dare l’allarme ed a denunciarne la scomparsa un suo coinquilino, con cui divide l’abitazione, che non avendolo più visto rientrare si è rivolto mercoledì 5 gennaio ai carabinieri, affermando che il Bellemo, quando è uscito, indossava una tuta da ginnastica blu ed un paio di scarpe di cuoio marrone e non aveva preso con sé né il portafogli e né il cellulare, ma solamente i documenti d’identità.

Sulle sue tracce si sono subito mossi i carabinieri e le altre forze dell’ordine, compresa la protezione civile, con l’ausilio anche di un elicottero, battendo principalmente la zona di Chioggia e di Sottomarina, in particolare sulla riva del Lusenzo a sud del ponte dell’Isola dell’Unione, senza tuttavia trovarne alcuna traccia.

L’uomo già da tempo dava segno di disagio, soffre di problemi cardiaci ed è anche stato colpito qualche tempo fa un ictus che gli ha quasi messo fuori uso un occhio. Dove possa essere andato è per il momento mistero fitto. I carabinieri hanno pattugliato la zona di Sottomarina dove tre mesi fa è andata a fuoco una piccola palazzina, del cui incendio è sospettato e sotto inchiesta proprio Gianni Bellemo. Ma anche nei dintorni dei vicoli di Sottomarina nessuno sembra averlo visto.

Naturalmente se qualcuno vede o se ha delle informazione da dare su Gianni Bellemo, dall’aspetto fisico non confondibile essendo alto un metro e ottanta centimetri e completamente calvo, può telefonare direttamente ai carabinieri o al 112.

(Nella foto: l’ex Casa del Pescatore e nel riquadro Gianni Bellemo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.