Sisma Bonus Acquisti: rogito entro il 30 giugno 2022

Le agevolazioni previste dalla Legge di Bilancio stanno fungendo sempre più da motore per rimettere in moto l’Economia. Il Sisma Bonus acquisti rientra tra le misure più vantaggiose, forse non tra le più conosciute ma molto interessanti nel caso si decida di acquistare un particolare tipo di immobile.

Il Sisma Bonus Acquisti è un sostegno che favorisce gli acquirenti di immobili e che si pone nel contempo l’obiettivo di migliorare le condizioni sismiche degli edifici.Nello specifico, si tratta di un’agevolazione che viene erogata nel caso si acquisti da un’impresa edile un immobile che viene demolito e ricostruito ex novo, allo scopo di migliorarne la classe di rischio sismico. La ricostruzione si intende anche con alterazione della volumetria, per una detrazione che varia dal 75% all’85%, a seconda del miglioramento della condizione sismica, e per una spesa massima di 96mila euro.

Gli interventi devono rispettare specifici requisiti, in primis l’area in cui vengono realizzati, che deve essere afferente ai comuni classificati a rischio sismico 1,2 e 3. Si può arrivare a detrazioni ancora più vantaggiose (fino al 110%) per le spese che vengono sostenute in vigenza del Superbonus.

Il nodo cruciale della possibilità di usufruire di questa agevolazione è rappresentato da una questione puramente temporale. Gli acquirenti persone fisiche di unità immobiliari devono aver stipulato il rogito entro il 30 giugno 2022, come da interpello n°57 del 31 gennaio 2022.

Ricordiamo che il rogito notarile è l’atto che disciplina l’acquisto o la vendita di un immobile, siglandolo in maniera ufficiale e legale. Prima di intraprendere qualsiasi iter di compravendita, è necessario avere le idee chiare sul rogito, come illustrato in maniera esauriente nella guida di Dove.it, l’agenzia immobiliare online che rende l’iter di compravendita di immobili estremamente agevole e veloce.

Con il rogito si modifica la titolarità dell’immobile ceduto o acquisito, che successivamente deve essere trascritto nei registri della Conservatoria del luogo dove si trova. In tal modo si potrà conoscere il nuovo nominativo del proprietario del bene che, per motivi fiscali, va anche comunicato all’Agenzia delle Entrate, terminata la compravendita.

Per usufruire del Sisma Bonus Acquisti con aliquota al 110% proprio l’Agenzia delle Entrate ha sottolineato in tempi recenti che è necessario che i requisiti sussistano nel periodo di vigenza della norma, con rogito stipulato entro e non oltre il 30 giugno 2022. Per godere dell’agevolazione fiscale, una volta che siano state comunicate al Comune la fine dei lavori e la certificazione di conformità edilizia, non sono richiesti né l’agibilità né il collaudo statico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.