Tempi troppo ristretti per i permessi, l’evento “Beach Party” è rimandato

Rinviato, ma non cancellato, a data da destinarsi l’evento “Beach party” in programma sabato sera (18 giugno) ai Bagni Palo, a Sottomarina. Un rinvio che aveva fatto storcere il naso soprattutto a tutti coloro che aspettavano la festa per scatenarsi con la musica del dj Mirko Righetto, inondando i social con improperi contro il Comune di Chioggia, “reo” di aver imposto la chiusura della musica alle ore 23, come previsto dal regolamento comunale per le attività che non hanno permessi per intrattenimento notturno.

L’organizzazione artistica, composta da Paolo De Grandis, Max Tiozzo e lo stesso dj Mirko Righetto, ha voluto precisare quali siano state le motivazioni che hanno portato al rinvio dell’evento. «I social – dicono gli organizzatori – hanno ingigantito e forse anche per causa nostra, l’argomento facendolo diventare un problema sociale, quasi politico, cosa non voluta da noi».

«La vicenda – proseguono gli organizzatori – è molto semplice: un paio di mesi fa abbiamo contattato la direzione dei Bagni Palo per organizzare una serie di feste in spiaggia, con cena annessa e trovando l’approvazione della proprietà ci siamo mossi per programmare il primo evento previsto per il 18 giugno. Sicuramente ci siamo mossi con un po’ di ritardo, e per questo facciamo mea culpa, visto che il Comune di Chioggia ha legittimamente richiesto una serie di permessi per poter essere in regola. Visti i tempi ristretti, abbiamo deciso di non sfruttare i cosiddetti “paletti” imposti, che limitano la quantità dei partecipanti e lo stop alla musica alla 23, preferendo rinviare l’evento per poter mettere tutto in regola nel più breve tempo possibile e portare un po’ di sano divertimento sulle spiagge della nostra città».

«Con questo – chiudono gli organizzatori dell’evento – oltre a ringraziare la direzione dei Bagni Palo per l’appoggio datoci, vogliamo mettere a tacere tutti coloro che hanno criticato le nostre scelte e le normative che ci hanno impedito lo svolgimento di queste ed altre feste ed inoltre vogliamo ringraziare gli uffici preposti del Comune di Chioggia che ci hanno aiutato con degli ottimi consigli, per fare modo di non essere impreparati in futuro, tanto che gli eventi non sono stati annullati ma solamente rinviati. Ci scusiamo se abbiamo causato qualche disagio e se a qualcuno è sfuggita qualche parola di troppo, dettata evidentemente dall’attesa che si era creata».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.