Teneva la cocaina in casa, patteggia due anni

Processo per direttissima per un giovane chioggiotto di 27 anni, D.P., domiciliato a Chioggia in via Pigafetta, colto in flagranza dai carabinieri e arrestato sabato per detenzione di stupefacenti. Reato per il quale il suo legale, l’avvocato Mauro Serpico, ha patteggiato ed ottenuto dal giudice del Tribunale di Venezia, dottor Stefano Manduzio, una pena a due anni poi sospesa.

L’arresto risale a sabato all’ora di pranzo quando i carabinieri sono entrati nell’abitazione di D.P. e nella perquisizione dei locali hanno rinvenuto 67 grammi di cocaina, metà dei quali liberamente consegnati dall’imputato che ha asserito essere per uso personale, oltre a materiale per il confezionamento delle dosi ed un bilancino elettronico di precisione. Nell’appartamento i militari hanno trovato anche 230 euro in contanti, che D.P. ha affermato essere i proventi di una battuta di pesca in mare con il padre.

Per questi motivi sono scattate le manette ai polsi del 27enne che era stato posto ai domiciliari. Lunedì il processo, la pena a due anni, poi sospesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.