Tre figli e sfratto in corso, famiglia di Chioggia chiede aiuto

Famiglia chioggiotta cerca aiuto
Famiglia chioggiotta cerca aiuto

Non sarà una Pasqua felice per tutti. Tra i molti casi di famiglie chioggiotte in difficoltà, Sandra Voltolina, titolare dell’attività commerciale Artigiana Premiazioni, segnala un caso che non può lasciare indifferenti e che lei stessa, in passato volontaria presso la Caritas di Chioggia, segue da parecchio tempo. Un grido d’aiuto che Sandra Voltolina ha affidato alla sua bacheca Facebook, dove chiede, a chi può, di intervenire o di dare una mano.

Questo il testo postato sulla sua pagina.

Vorrei rendervi partecipi di una cosa, la situazione di una famiglia con tre figli minori che ho seguito quando facevo parte del gruppo Cartitas, ma che continuo a seguire perchè mi sta a cuore.
La faccio breve, la famiglia vive in una casa Ater con sfratto esecutivo da due anni perchè non ha più l’idoneità per stare lì. Sono senza reddito fisso e quindi impossibilitati ad andare in un’altra casa in affitto. Non possono ricevere un aiuto dal comune senza un contratto da presentare per andare in una nuova casa e quindi avere dalle istituzioni un contributo per l’affitto. Nessuno però fa il contratto perchè non possono dimostrare un reddito fisso. Insomma il classico cane che si morde la coda. Visto che non lasciano la casa, l’ATER ha fatto chiudere l’acqua corrente ancora a dicembre. La famiglia vive quindi in condizioni di grande disagio senza acqua corrente”.

Per chi volesse dare un aiuto concreto Sandra Voltolina ha proposto una colletta dove versare massimo 5 o 10 euro, visto purtroppo il momento di grandi difficoltà economiche.

I soldi raccolti potrebbero servire per pagare i canoni d’affitto anticipato in modo da invogliare qualcuno a mettere a disposizione un’abitazione. Ma è naturalmente gradita anche la disponibilità da parte di qualcuno di un appartamento in affitto.

Il contributo si può versare presso il negozio di Sandra Voltolina, Artigiana Premiazioni, in Calle del Duomo a Chioggia.

Un piccolo contributo per un grande aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *