Vaccini nel camper mobile della Ulss, la gente apprezza

La gente di Chioggia ha risposto benissimo alla possibilità di accedere al vaccino anti-covid approfittando del camper vaccinale, una unità mobile predisposta dalla Ulss 3, che ha il compito di intercettare quelle persone che sono ancora indecise sul da farsi.

Il camper è arrivato a Chioggia, in Corso del Popolo, davanti al palazzo municipale nella tarda mattinata e vi rimarrà fino a domenica, dopo aver somministrato 216 dosi di vaccino Johnson & Johnson (72 dosi giornaliere), per cui vale una sola iniezione e non due come per gli altri prodotti vaccinali, che si può iniettare solo sugli over 60.

“Inoculeremo un vaccino ogni 5 minuti – spiega il dottor Stefano Vianello, direttore del distretto chioggiotto e direttore della Funzione Territoriale che coordina i quattro distretti della Ulss 3. E’ importante vaccinarsi, anche perché abbiamo visto che le forme gravi vengono debellate e che ci sono state poche criticità su milioni di dosi somministrate. L’obiettivo è quello di incrementare di un altro milione le persone coperte dal vaccino. A Chioggia si è vaccinato il 77% degli ultrasessantenni e quindi all’appello mancano ancora un migliaio di persone. Il primo giorno sono state prenotate tutte le dosi disponibili, inoculate ogni cinque minuti, e contiamo di ottenere lo stesso risultati anche nel week end”.

Lo staff è composto da un medico e da due infermieri vaccinatori, ma l’iniziativa è stata accolta dalla gente in maniera molto favorevole, soprattutto tra gli anziani che, in questo modo, evitano di doversi recare in Val da Rio.

(Nella foto: il camper vaccinale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *