Valli di Chioggia. Festa delle api alla Scuola Primaria Ballarin

Il sindaco Mauro Armelao oggi ha raccolto l’invito della scuola primaria Ballarin a Valli di Chioggia (Istituto Comprensivo Chioggia 3) che, con le classi quarta e quinta A, ha portato avanti il progetto “Ti voglio bene e per te proteggo le api” (Progetto rete Dialogues – Andriani Educational). Si tratta di un percorso di studio e di ricerca, durato mesi, che ha coinvolto oltre 800 allievi delle scuole di ogni ordine e grado, con insegnanti e famiglie, in otto regioni italiane.

L’iniziativa, che ha portato gli alunni anche in un’uscita in una fattoria didattica, dove hanno potuto vedere da vicino e in piena sicurezza, l’ape regina e le api operaie, li ha incuriositi ed appassionati, ma soprattutto informati ed educati,  sul ruolo e l’importanza delle api. Il percorso è stato concluso oggi con la visione di un video che ha ripercorso i lavori in collaborazione con alcuni esperti.

«Ho fatto questa sorpresa ai bambini nel giorno della festa delle api – il commento del sindaco Mauro Armelao – io sono attratto da questi insetti fin da bambino: ho sempre visto le api come un insetto lavoratore, che fa del bene alla natura ed è un indicatore affidabile della qualità del nostro ambiente. Ringrazio le maestre che si adoperano quotidianamente per i nostri bambini, che sono il futuro della città di Chioggia. Anche io oggi ho imparato qualcosa in più».

Il sindaco ha visitato anche l’aiuola progettata, studiata e voluta dagli alunni per colorare il  giardino della scuola, dove sono state messe a dimora varie erbe aromatiche, piante amiche di questi insetti, che sono fondamentali per la salvaguardia dell’ambiente.

Questo il commento di una maestra: “Al Sindaco, i ragazzi hanno mostrato con orgoglio le loro aiuole e raccontato cosa fanno concretamente ogni giorno affinché le api trovino nel nostro giardino “uno spazio amico”: il loro scambio dialogico è stata una vera lezione di cittadinanza attiva. Il Sindaco è rimasto davvero colpito dall’entusiasmo e dal senso di responsabilità dei ragazzi, e si è sinceramente complimentato con loro.
Quando si viene considerati e gratificati sin da piccoli su argomenti “grandi” come l’ambiente e la sua salvaguardia, ci si convince di essere sulla buona strada: quella di poter crescere e diventare cittadino consapevole e partecipe.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.