Veneto zona gialla, cosa cambia

Da lunedì 20 Dicembre la Regione Veneto è entrata in zona gialla, con l’ulteriore ordinanza promulgata proprio dalla Regione ed entrata in vigore sabato scorso per la durata di un mese. In riassunto, ecco cosa cambia:

Obbligo mascherine anche all’aperto ovunque (eccezione per bambini under 6 e disabili)
– Tamponi ogni 4 giorni per sanitari e dipendenti delle Rsa
– Nuove regole per l’accesso a ospedali e strutture residenziali per anziani
obbligo test per chi entra in una struttura sanitaria e successivamente ogni 4 giorni
una sola persona può accompagnare l’ospite/paziente all’interno di strutture sociosanitarie
– sospese le visite a pazienti/ospiti di strutture sociosanitarie ai minori di 12 anni
– sospesi i rientri in famiglia degli ospiti delle strutture sociosanitarie
– Nuove regole per le quarantene da contagio scolastico: se una classe ha obbligo del test per un positivo, in attesa della risposta si introduce la quarantena

Solo chi ha il Green pass “rafforzato” potrà:
Andare al bar e al ristorante al chiuso
– Andare in palestra e nelle piscine al chiuso
– Andare al cinema e al teatro
– Salire sugli impianti da sci
– Entrare alle fiere e ai convegni
– Andare nei parchi di divertimento
– Andare alle terme
– Chi invece ha il Green pass “base” non potrà svolgere queste attività

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.